Il sistema ETIP (Enhanced TETRA over IP)

Il sistema ETIP propone sul mercato PMR (Professional Mobile Radio) una vera e propria rivoluzione che consentirà agli utenti (organizzazioni pubbliche e private) di abbattere drasticamente i costi ed avere nel contempo prestazioni e servizi avanzati e decisamente superiori rispetto ai tradizionali sistemi PMR.

ETIP è essenzialmente una soluzione software che mette a disposizione tutti i servizi di un sistema TETRA, aggiungendone anche altri e più avanzati, utilizzando come infrastruttura di trasporto una qualsiasi rete IP (Wi-Fi, LAN, GSM/UMTS/LTE/5G, ecc…) pubblica e/o privata. ETIP era stato inzialmente concepito per realizzare un sistema PMR a basso costo ed alte prestazioni, ma col passare del tempo sono state aggiunte nuove funzionalità, che hanno fatto diventare ETIP anche un sistema di Field-Management e Work-Flow-Management .

Con Field-Management  indendiamo un sistema che consente di effettuare un controllo sull’operato degli operatori in campo, ossia un sistema in cui dalla centrale operativa si possono controllare tutte le attività fatte dai propri dipendenti che operano sul territorio, come ad esempio la loro posizione in tempo reale, i percorsi effettuati nel passato, la registrazione delle chiamate, i messaggi scambiati, ecc…

Con  Work-Flow-Management , intendiamo una serie di funzionalità, eventualmente sviluppate ad hoc per il cliente, che consentono di ottimizzare ed automatizzare i processi operativi: ad esempio per una società di logistica, potrebbe essere l’invio all’operatore in campo della lista di indirizzi da raggiungere, sapere in tempo reale dall’operatore in campo quando è iniziata una consegna, se e quando è stata effetuata, ecc…

Inoltre ETIP è la soluzione ideale da affiancare ad un sistema PMR già a in uso presso il cliente: tipicamente le radio tradizionali sono affidate al personale in campo con ruoli operativi particolari, mentre la rimanente parte del personale non è dotata di radio tradizionali, sia per i costi elevati, sia per la difficoltà di portarsi dietro un apparato radio ingombrante e pesante.

Esistono due tipologie di software ETIP:

  • la tipologiaStandard, che realizza tutte le funzionalità prima descritte
  • la tipologia Emergenza; si tratta di una variante di ETIP sviluppata per un applicazione particolare, ossia la gestione dell’emergenza di primo soccorso sanitario e di incendio nelle aziende, in ottemperanza alla normativa italiana.

Mercato di riferimento PMR

I sistemi PMR sono tipicamente utilizzati da tutte quelle organizzazioni che necessitano di comunicazioni di gruppo mediante PTT (Push-To-Talk), funzionalità comunemente presente nei più noti walkie-talkie; si tratta di organizzazioni pubbliche e private che hanno personale in mobilità sul territorio e che necessitano di comunicazioni di gruppo, ossia da uno (ad esempio la centrale operativa) a molti (il personale in campo).

Ticipi utilizzatori pubblici sono le organizzazioni come le Forze di Polizia, Forze Armate, Protezione Civile, Ambulanze, Vigili del Fuoco, Trasporti pubblici, ecc… ; tipici utilizzatori privati sono le organizzazioni come i RadioTaxi, Areoporti, Vigilanze, Utilities (Luce, acqua, gas), ecc…

Ad oggi ognuna di queste organizzazioni è dotata di un proprio sistema PMR, spesso analogico ed obsoleto; alcune tra le organizzazioni più grandi e ricche si sono dotate di sistemi TETRA, uno standard simile al GSM ma con funzionalità proprie dei sistemi PMR. Ciò significa che attualmente ognuna di queste organizzazioni ha speso ingenti quantità di denaro per acquistare un sistema PMR (sia l’infrastruttura di rete che i terminali), mantenerlo, pagare le frequenze, pagare eventuali canoni dei siti.

Molti di questi sistemi sono ormai obsoleti e difficili da mantenere, offrono servizi preistorici (solo voce PTT, niente chiamate individuali e niente dati); anche gli stessi sistemi TETRA in termini di servizi dati sono vetusti rispetto ad un qualsiasi smartphone su rete 3G.

Pertanto molte organizzazioni ad oggi hanno necessità di migrare a qualcosa di più moderno e possibilmente economico (causa spending review).

Per avere un idea della dimensione del mercato, basti solo pensare alla miriade di comuni italiani (più di 8.000), regioni, ministeri, ognuno dei quali a sua volta gestisce diverse organizzazioni: ad esempio i comuni la Polizia Municipale ed i trasporti pubblici, le Regioni le ambulanze, il Ministero dell’Interno le forze di polizia (che da sole rappresentano un mercato enorme) ed i vigili del fuoco, ecc…

Mercato di riferimento WorkFlowManagement e FieldManagement

Molte aziende ed organizzazioni dispongono di personale in campo ed hanno bisogno di comunicare in maniera efficente, monitorare ed organizzare la l’attività dei dipendenti in mobilità.

ETIP mette a disposizione tutte le funzionalità necessarie atale scopo.

Il mercato di riferimento è ampio ed include sicuramente tutte le organizzaioni dello stesso mercato PMR descritto nel paragrafo precedente: Polizia Municipale, Protezione Civile, Ambulanze, Vigili del Fuoco, Trasporti pubblici, RadioTaxi, Areoporti, Vigilanze, Utilities (Luce, acqua, gas), ecc…

In aggiunta occorre considerare il segmento di mercato che non è specificatamente interessato alle funzionalità PMR, ma è più focalizzato su quelle di WorkFlowManagement e FieldManagement, come ad esempio: postali (Poste, DHL, UPS, Bartolini, ecc…), logistica e trasporto merci, interventi manutentivi (impiantistica, edilizia, ecc…), ecc…

Mercato di riferimento Emergenza Sanitaria Incendio

Per questo segmento di mercato occorre considerare tutte le aziende ed organizzazioni medio-grandi, che devono ottemperare alla normativa italiana relativa alla gestione delle emergenze sanitarie e incendio. Tali aziende oltre a dover formare opportunamento parte dei dipendenti, deve predisporre apposite procedure aziendali in caso emergenza.

ETIP in modalità Emergenza consente di mettere in pratica tali procedure in maniera semplice ed economica.

Soluzione Software ETIP

L’arrivo dei sistemi mobili 3G/4G (Umts/LTE/5G) e di smartphone sempre più potenti ed economici, unitamente alla soluzione ivi proposta (ETIP),  potrà apportare una vera e propria rivoluzione nel mercato PMR: grazie alla peculiarità della rete 3G/4G/5G, è possibile offrire un servizio PTT (chiamata di gruppo) mediante Voip (Voice Over IP). Ciò significa, per l’utilizzatore tipico di sistemi PMR, transitare da un complicato e costoso ruolo di proprietario di un infrastuttura di rete, al ruolo di usufruttuario di un servizio sotware, dove la fornitura hardware consiste in prodotti consumer (quali, nel caso ETIP, smartphone Android e PC Windows). Naturalmente ETIP funziona non solo utilizzando le reti mobili, ma anche con qualsiasi rete dati Internet (Wi-Fi, reti fisse, ADSL, ecc…).

In virtù di quanto sopra descritto, la soluzione software ivi proposta mira ad offrire servizi analoghi al TETRA (il più avanzato tra i sistemi PMR tradizionali), quindi in primis il servizio PTT, a cui si aggiungono funzionalità avanzate possibili grazie alle potenzialità degli smartphone ed alla velocità dati della rete 3G/4G: radiolocalizzazione su mappa geografica (anche sullo smartphone), invio di messaggi multimediali (foto, video, audio, allegati, in stile Whastapp), ecc…  . Inoltre, mentre l’area di copertura di un sistema PMR tradizionale è solo quella in cui è stata installata l’infrastruttura di rete privata, l’area di copertura di ETIP è tutto il mondo: ovunque sia disponibile una connessione dati Internet.

La soluzione ETIP è costituita da vari applicativi: applicativi server (il cervello del sistema), applicativo client su smartphone Android, applicativo client su PC (Manager, per la centrale operativa).

La soluzione ETIP è on-top alla rete dati, dunque esterna ad essa, pertanto è indipendente dall’operatore fisso/mobile scelto; i dispositivi (Smartphone e PC) possono essere collegati a reti dati fisso/mobili diverse tra loro (TIM, Vodafone, Wind3, ecc…), è sufficiente che ogni dispositivo abbia una qualsiasi connessione ad Internet.

Manager ETIP (Centrale Operativa)

Field Management

La maggior parte  delle organizzazioni (pubbliche o private) hanno in qualche modo necessità di controllare l’operato dei propri dipendenti che operano sparsi sul territorio. Ad oggi ciò avviene in parte con i telefono cellulari, mediante i quali il responsabile di un certo gruppo si coordina telefonicamente e contemporaneamente effettua un monitoraggio delle attività dei propri collaboratori.

ETIP è in grado di offrire ulteriore funzionalità che consentono di effettuare tale monitoraggio in maniera più efficiente ed automatizzata:

  • Controllo della posizione in tempo reale di tutti gli operatori attivi sul territorio.
  • Visualizzazione su mappa, relativa ad determinato dipendente, del percoso effettuato in una desiderata finestra temporale.
  • Report di tutte le attività nel sistema: chiamate individuali e di gruppo, messaggi individuali e di gruppo, accensioni e spegnimento di ETIP, ecc…
  • Regstrazioni di tutte le chiamate del sistema, individuali e di gruppo.

In tal modo i coordinatori possono controllare i movimenti sul territorio dei propri dipendenti, ascoltare le registrazioni delle chiamate o leggere i messaggi per verificare magari che un ordine era stato effettivamente impartito e nella maniera corretta, ecc…

Work-Flow-Management

Molto spesso le organizzazioni hanno bisogno di scambiare con i propri operatori in campo istruzioni e documenti vari. Altrettanto spesso questo avviene senza l’uso di strumenti informatici adeguati, ma attraverso chiamate telefoniche, fax, email, SMS, whastapp, insomma senza un unico strumento informatico che renda il processo efficiente, atutomatizzato e tracciabile nel tempo.

Un esempio tipico è quello di una società che svolge la manutenzione di impianti in una certa area territoriale. Il coordinatore dalla centrale operativa (ossia dall’ufficio) in seguito alla segnalazione di un guasto assegna l’intervento ad una determinata squadra di operai, che si muovono su un determinato mezzo aziendale; il coordinatore vuole poi essere informato della situazione dell’intervento, di eventuali costi di materiale necessario o acquistato, ecc…

Con un sistema di Work-Flow-Management come quello integrato in ETIP è possibile ottimizzare ed automatizare il processo, semplicando anche le attività sia del coordinatore che degli operai:

  • Il coordinatore assegna in un apposita schermata del software ETIP in centrale operativa l’intervento, selezionando gli operai (ognuno dei quali dotati di smartphone Android con ETIP), selezionando l’autoveicolo da utilizzare, ecc…
  • L’operaio riceve un allert sull’ETIP del proprio smartphone con tutti i dati necessari all’intervento ed con semplici comandi predefiniti tiene aggiornato costantemente la centrale operativa attraverso delle apposite funzionalità sviluppate ad hoc:
  • accetta l’intervento per segnalare che ha ricevuto e letto l’allert;
  • invia i km iniziali del furgone che gli è stato assegnato;
  • segnala l’inizio dell’intervento (ossia quando parte per iniziare l’intervento);
  • invia eventuali spese di carburante per il furgone, corredate di km. e foto della ricevuta;
  • invia eventuali commenti e foto sul luogo dell’intervento;
  • invia eventuali spese di materiali acuistati necessari all’intervento, corredate di foto della ricevuta;
  • segnala eventuali pause (ad esempio per il pranzo) e la fine dell’attività con lo status (completata, incompleta, fallita, ecc…).
  • Tutti questi dati possono anche essere sincronizzati con eventuali terzi sistemi informatici (gestionali, database, ecc…), oppure ad esempio possono essere utilizzati per produrre eventuali report in formati predefiniti per il proprio archivio..

In tal modo la Centrale Operativa è infomata costantemente di come procedono tutti gli interventi, e vengono evitati sprechi di tempo e di carta per effettuare comunicazioni, scambiare documenti, ecc…

Emergenza Sanitaria Incendio

In questa tipologia di software ETIP mette a disposizione tre elementi principali:

  • Lo smartphone Android Fisso: uno smartphone equipaggiato con una versione di software per Android ad-hoc che viene posizionato in vari punti della location (ad esempio degli uffici aziendali) secondo una disposizione ed una quantità rispondente alla legge. In caso di emergenza i dipendenti dell azienda devono recarsi presso uno degli smartphone Fissi e premere uno dei due pulsanti della schermata principale: PTT Sanitaria e PTT Incendio.
  • Lo smartphone Android Addetto: uno smartphone equipaggiato con una versione di software per Android ad-hoc che viene fornito al personale che in azienda ha il ruolo di prestare il primo soccorso e che è stato appositamente formato
  • La Centrale Operativa: un PC con il software Manager di ETIP, che, opzionalmente, l’azienda può adoperare per avere una centrale di controllo per le emergenze.

In caso di emergenza un qualsiasi dipendente accorre presso una degli smartphone Fisso e preme uno dei due bottoni PTT (Sanitaria o Incendio): viene generata una chiamata di gruppo di emergenza a tutti gli smartphone Addetto in zona (ossia che sono in quel momento in quella sede) ed alla centrale operativa. La chiamata di gruppo di emergenza viene ricevuta dagli addetti e dalla centrale operativa ed è caratterizzata da un suono iniziale di allarme e da una finestra di allert.

Se non c’è nessun addetto in zona che possa ricevere la chiamata di emergenza viene automaticamente effettuata una chiamata telefonica al 112.

Conclusioni

Concludendo la soluzione ETIP consente ad ogni utilizzatore (organizzazione pubblica o privata) di fruire di un sistema PMR con innumerevoli vantaggi rispetto ai sistemi PMR tradizionali:

  • Costi irrisori rispetto ai sistemi tradizionali PMR (inferiori di diversi ordini di grandezza). I costi inoltre sono degli OPEX (pagamento della licenza software per il tempo di effettivo utilizzo) e non dei CAPEX (nessun costo iniziale di infrastruttura come avviene per i sistemi tradizionali).
  • Avere un unico sistema integrato che fa da sistema PMR, Field Management e Work-Flow-Management.
  • Hardware Off-the-shelf. Usando ETIP il cliente può acquistare smartphone Android e PC Windows dove preferisce, scegliendo tra una miriade di differenti prodotti presenti sul mercato. In particolare sono presenti modelli di smartphone Android corazzati con caratteristiche adatte ad uso professionale; alcuni di essi sono addirittura “dual mode”, cioè uno stesso dispositivo funge sia da smartphone Android che da radio UHF/VHF, così che l’utente possa continuare ad usare anche la vecchia rete radio.
  • Avere servizi a valore aggiunto evoluti impossibili da realizzare con i sistemi PMR tradizionali; radiolocalizzazione con mappa anche sullo smartphone, sistema di messaggistica evoluta (testo, foto, video, files allegati) in stile whatsapp, registratore di chiamate, ecc…
  • Avere copertura radio in tutto il mondo: ovunque sia disponibile una connessione Internet, invece della area di copertura circoscritta di un sistema PMR tradizionale relativa alla parte di territorio in cui è stata installata l’infrastruttura di rete privata.
  • Alta riservatezza delle comunicazioni: i sistemi radio LTE sono già non facilmente intercettabili, a meno di avere l’autorizzazione da parte di un magistrato e la conseguente collaborazione dell’operatore di rete (Telecom, Vodafone, Wind, ecc…). Se a ciò si aggiunge che le comunicazioni vocali sono in Voip, dunque su rete dati, e pertanto “immerse” nell’enorme massa di dati che viaggia oggi nelle reti mobili, la difficolta di intercettazione è ancora maggiore. Infine, in aggiunta a tutto ciò, viene applicato un sistema di encryption AES.
  • Alta affidabilità. Per quanto i produttori di sistemi radio proprietari utilizzano come principale arma di vendita quella dell’affidabilità di una rete proprietaria rispetto a quella pubblica (ossia dell’operatore di rete), in realtà la situazione oggi è esattamente capovolta a favore delle reti degli operatori. Le reti mobili pubbliche hanno oggi una capillarità sul territorio elevatissima, con budget di milioni di euro spesi per la manutenzione (anche 1 minuto di disservizio costa all’operatore milioni di euro), per cui mai nessuna rete privata potrà avere, per ragioni economiche, lo stesso livello di servizio. Inoltre, in casi di situazioni di crisi, oggi NON è più vero che le reti poubbliche si saturano (in quanto tutti provano a chiamare) mentre quelle private sono sempre disponibili, in quanto gli operatori di rete possono assegnare priorità differenti agli utenti. Dunque una forza di pubblica sicurezza può avere dall’operatore delle utenze con priorità più alta di quella data ai cittadini, assicurandosi la disponibilità della rete in casi di overload.    Infine con l’arrivo delle reti mobili 5G, oggi già in fase di dispiegamento da parte degli operatori mobili,  diventa centrale il concetto della Rete Privata, anche ad alta affidabilità e in contesti mission critical : la tecnologia 5G mette a disposizione una vera e propria sottorete privata dedicata ad un determinato cliente, realizzata attraverso specifiche Slice di Reti Pubbliche e con SLA (Service Level Agreement) dedicato a quella specifica sottorete.

Sperimentazione Gratuita ed immediata di ETIP

L’installazione del sistema è immediata e banale, pertanto è possibile effettuare una sperimentazione del sistema ETIP senza spese ed in pochi minuti. Il fornitore di ETIP dà in prova gratuita il software a qualsiasi Ente pubblico o privato che voglia effettuare una sperimentazione.

Fare una sperimentazione con un sistema PMR tradizionale risulta complesso e costoso, in quanto occorre installare una vera e propria infrastruttura di rete (antenne, pali, sistemi elettrici, trasmettitori, ecc…) e disporre inoltre delle radio.

Per fare una prova del sistema ETIP invece non occorre praticamente nulla. L’hardware necessario è  quasi sempre già disponibile presso il cliente, ed in pochi minuti si effettua l’installazione del software (che è semplicissima e che può comunque essere fatta direttamente dal fornitore ed anche da remoto, attraverso un semplice collegamento internet).

Il cliente utilizzerà per la sperimentazione i propri PC e qualche smartphone Android, equipaggiato con SIM abilitata ai dati (di qualsiasi operatore mobile; TIM, Vodafone, Wind3, ecc..)  oppure con un collegamento wi-fi.

Per ulteriori dettagli sulla sperimentazione gratuita consultare la pagina Sperimentazione Gratuita.